Descrizione

Pittura a canapa. Rivestimento bioecologico per interni leggermente spessorato, applicabile a pennello, con una capacità d’isolamento termico, fonoassorbenza, elasticità e traspirazione del supporto. La Pittura a canapa è una base ideale per finiture semitrasparenti e pigmenti vegetali.

Componenti: Latte fresco scremato di recupero, albume, aceto, canapulo (parte legnosa della canapa), grassello di calce, metilcellulosa, carbonati di calcio, mica, talco, olio di lino, amido, borace, allume di rocca, oli essenziali.

Impiego: Per interni. Si ancora direttamente su intonaci a calce e cemento, cartongesso.

Preparazione: Su intonaci nuovi o vecchie pitture traspiranti (ben ancorate) usare direttamente. La Pittura a canapa rimuove eventuali tempere sfarinanti e strati pittorici incoerenti. La temperatura durante l’applicazione non deve essere inferiore a 5°C o superiore a 30°C.

Applicazione: Su muro nuovo inumidire ed applicare la prima mano con pennello. Attendere 24 ore e passare la seconda mano (effetto rustico). Altri effetti ottenibili: il prodotto, appena steso , può essere lisciato con frattazzo inox (effetto lamato) oppure spugnato (effetto tonachino ). Pittura a canapa può essere lasciata nel suo delicato colore dorato naturale, oppure trattato con le finiture V elogel o Velatura Int. colorate, per ottenere sfumature tridimensionali c on la tonalità dorata della base.

Resa: 1,2-1,5 mq per litro (ciclo di due mani).